lunedì 1 aprile 2013

Insieme si cerca meglio che da soli. Nasce QUAG







Il web è il mondo in cui le novità non sono certo una novità

Ma stavolta c’è davvero qualcosa di importante

Un motore di ricerca social, infatti, è quel modo di trovare le informazioni che va oltre gli algoritmi e, passando per la conversazione, arriva alla soluzione

Se la realtà aumentata è una realtà potenziata dal digitale, la ricerca aumentata è il contrario: una ricerca digitale potenziata dallo scambio personale delle informazioni. Il primo motore davvero postmoderno, alta tecnologia e relazione umana. Ciao

Infatti “La conoscenza non sta nel web, ma nella testa delle persone” mi disse una volta un amico che c’aveva le mani in pasta. E già, e come dargli torto?

Quag, così si chiama, è l’affascinante search engine, tutto italiano, che fonde già dal nome le query con le tag. Associa cioè il risultato della ricerca alla possibilità di dialogare con persone che hanno cercato i medesimi argomenti. Semantica digitale e relazioni quindi, aiuteranno i quaggers -io li chiamerei “le quaglie”- a perfezionare il risultato con il contributo conoscitivo degli altri utenti interessati. Sì perché permette di entrare in contatto - con una piattaforma Question&Answer - con le altre persone che hanno effettuato la medesima ricerca e che quindi hanno maturato, si presume, diverse altre conoscenze in materia
Chi ricerca non è più solo, e la cosa è tutt’altro che banale


Questo é davvero innovativo: si va quindi oltre la ricerca, che è affidata ai tradizionali motori come Google, perché le si somma al dialogo con gli altri interessati. Nascono quindi nuovi spunti,  nuove interpretazioni e sinergie. Se opportunamente utilizzato (e diffuso) può diventare un sistema di grandissimo potenziale. 
Insomma… “cerchiamo di condividere”?

Penso da tempo che oggigiorno la ricerca possa fermarsi un attimo a respirare e che sarebbe sufficiente scambiarsi tutte le conoscenze che l’Uomo ha finora conquistato. Questo sarebbe già immenso

Quante scoperte non sono condivise? Ma non per malanimo, gelosia o copyright, solo perche non si può sapere a chi queste info possano interessare. Col sistema Quag otteniamo questa preziosa informazione, ed è un eccellente passo avanti verso la mentalità della condivisione

Il sistema è semplice e rispettoso della riservatezza personale. Va ancora molto migliorato, ma è in fase beta, ossia aperto ai suggerimenti degli utenti. Potrebbe essere altrimenti? Questa è la natura di Quag



Buona ricerca. Condivisa!
.

Nessun commento:

Condividi qui