mercoledì 15 giugno 2011

Uomo dell'anno










L’uomo dell’anno questo mese è Paolo Fresu



Che uomo, che musicista, che sardo
Un artista di altissimo livello, una persona di gran profilo






Geniale, sensibile, umano: di quelli che ancora salutano per primi. Roba fine..





Insomma, si parla di uno dei più grandi trombettisti del mondo, isole comprese




Leggero, fresco, ma ricco di accenti come un Vermentino della sua Gallura, muove le sue note da Berchidda e le soffia per l’infinito pianeta del jazz. Un viaggio lungo e variopinto. Ha suonato con centinaia di grandi e grandissimi nomi, ma mai ha disdegnato i nomi piccoli. Un signore di campagna




Quest’anno Paolo compie cinquant’anni e li festeggia nel miglior modo in cui un artista possa fare cioè con un progetto ricco di significati: "Cinquant’anni suonati" (bellissimo) è infatti un ciclo di 50 concerti, consecutivi, regalati ad altrettanti paesi della Sardegna





E’ il festeggiato, ed offre lui: 50 concerti gratuiti, e siccome gli amici non gli mancano saranno concerti tutti diversi, con ospiti sempre differenti, ma sempre di altissimo livello: dal fisarmonicista Richard Galliano al pianista Stefano Bollani, dal cosmopolita Uri Caine alla milanesissima Ornella Vanoni, dal comico Benni ai mistici Cuncordu di Santulussurgiu





Dove: nelle arene, nei palazzetti, negli auditorium? Non stoniamo: saranno tutti spazi simbolici e non convenzionali, per indurre alla scoperta di nuovi luoghi meravigliosi ma trascurati:
Aree archeologiche (Paulilatino), chiese (Gavoi), musei (Orani). Ad Allai suonano nella“Casa sull’albero”. Fischia..



E' una persona che ha migliorato il mondo. Il Riccio è fiero di nominarlo uomo dell’anno
Paole': a vederti suonare in cento posti e più.





video

Nessun commento:

Condividi qui