domenica 14 novembre 2010

Ma Facebook è di sinistra?






Ho la netta sensazione che su FB ci sia più gente di sinistra che di destra



La definizione è grossolana, sono tra quelli che credono che sinistra e destra siano definizioni fuori dal tempo, ed oggi si definisce “di sinistra” tutto ciò che è contrario all’attuale governo. Ma tant’è!


Tuttavia, i post contrari al suo operato sono, sin da quando conosco Fb vistosamente superiori a quelli favorevoli, in quantità e qualità


I commenti di critica lo sono spesso in maniera vibrante, quando non feroce, e raramente vengono commentati, al contrario, in sua difesa


Molto strano in un paese così tanto affezionato al Premier, almeno secondo “i sondaggi”. Che i suoi sostenitori non frequentino FB?


Ma a parte la contingenza è forte la presenza di post che esprimono opinioni socialiste. Certo, una rete sociale ha già nel nome qualcosa di socialista. Uno strumento che fa della condivisione il suo senso, nasce con un dna sociale

Ma da marketer devo fare un’operazione: segmentare
Allora, chi usa fb, la rete più popolare (altro termine socialista…) tra tutte? Il facebookkaro ha un istinto sociale? O magari questo emerge quando si usa Fb per poi sopirsi nuovamente una volta disconnessi?

Oppure i critici hanno solo maggiore motivazione, quindi anche creatività, ad esprimere il loro dissenso rispetto invece ai soddisfatti?


O, ancora, che non sia proprio la forma mentis di chi usa Fb?


Non so, è da un pezzo che ci rifletto, ma le mie risposte non mi hanno soddisfatto

Sai quando il cerchio non ti quadra?
Hasta..

3 commenti:

lonerunner ha detto...

ciao andrea, io credo che le motivaizoni sia due e non tanto ovvie, 1) le persone che votano Berlusconi in cabine si vergognano di manifestarlo pubblicamente sapendo le sue colpe (alcune totalmente ingiustificabili) 2) chi vota berlusconi spesso non ha spesso neanche la cultura per sapere cosa sono i social network ne si vanno quidni a cercare le infomazioni da soli, prendendo quelle poche arrivano loro (secondo ancheuna definizione del proprio elettore perfetto data dallo stesso Berlusconi durante i famosi "corsi" elettorali). ciao!

Antonio ha detto...

Andrea, Lo mandi a quel paese tu o ci penso io...... (intedo quello del commento precedente) che tristezza....

Il Riccio ha detto...

Antonio, spiega i motivi per cui non sei d'accordo con Lonerunner. Naturalmente considera che non ci si riferisce a TUTTI gli elettori, ma ad una gran parte, anche perchè, ripeto, la presenza di opinioni contrarie al suo operato è realmente schiacciante.

Condividi qui