mercoledì 26 agosto 2009

Satira 2.0







Se c’è una cosa su cui tutti gl’italiani sono d’accordo è che nel loro paese la libertà d’informazione
sia alla Vernaccia

Lo dicono tutti sia da destra (?) che da sinistra (??)

Lo dicono i radicali ed i dc, gli ex dc e gli ex forzisti, i fascisti e gli ex fascisti, gli ex comunisti ed anche i comunisti. Se ne sono accorti anche gli stranieri!


Osa dirlo anche la stampa, oltre a qualche centinaio di Ong

Tutti d’accordo, finalmente


Il problema dell’informazione è serissimo, è un cardine della democrazia

Stiamo vivendo tempi difficilissimi per la stampa. La libertà d’espressione vera vive solo in rete oramai, sebbene anche qui pare abbia i mesi contati. C'è già stato il primo sciopero, e siamo gli unici in occidente


Il crollo delle vendite dei quotidiani viene affrontato con le sovvenzioni pubbliche. Droga! L’unico è fare informazione. Ma se fa sorridere scriverlo, figuriamoci leggerlo


Ora, due miei vispi amichetti pensano che essa sia un attimo condizionata da una persona in particolare. Ed hanno pensato di buttarla in satira. Benvenga allora


Non amo parlare di politica, sono una persona seria io. Ma di satira ne parlo eccome
Di cosa si tratta? Si parte da un sito, Berlutube

Si stampa un adesivo e lo si incolla laddove abbia un senso satirico. Poi si fotografa o filma l’opera e la si rimanda al sito. Vualà e se degna verrà pubblicata


Nasce l’UGS: User Generated Satira per una libertà 2.0
Manco a dirlo c’è anche il profilo su FB
Proviamo?

10 commenti:

Antonio ha detto...

Ciao Andrea,
scusa un attimino, prima parli di Democrazia, libertà di espressione ecc., poi ci "consigli" un sito dicendo:

"""Si stampa un adesivo e lo si incolla laddove abbia un senso satirico. Poi si fotografa o filma l’opera e la si rimanda al sito. Vualà e se degna verrà pubblicata"""

proprio quel """....se degna verrà pubblicata...""" mi sembra in contrasto con quanto da te affermato..... :-)
o sbaglio?

saluti
Antonio

Il Riccio ha detto...

Sì sbagli, Antonio:
potrebbero arrivare opere volgari, o fuorilegge, o peggio, banali. Mentre in un seggio elettorale, simbolo della Democrazia, le risposte sono preconfezionate (i candidati) e se si vota diversamente il voto s'annulla, nel sito le risposte sono libere. Quindi un certo controllo è necessario, anche a tutela di chi la satira la sta subendo
Baci

Antonio ha detto...

Lo sapevo, sono sempre io a sbagliare.... :-)

"""...potrebbero arrivare opere volgari, o fuorilegge, o peggio, banali..."""

e chi decide che le opere sono fuorilegge, VOLGARI, o peggio BANALI???

chi, il proprietario del sito e/o Blog, e/o editore di un giornale.... e in base a cosa? colore politico? credo religioso? o fede calcistica?

vedi che siete un tantino confusi con questa storia della libertà di stampa, censura, o moderazione....

"Voi" siete quelli che se venite moderati gridate alla censura, ma se i moderatori siete voi: """...potrebbero arrivare opere volgari, o fuorilegge, o peggio, banali....""".

un mio lontano parente diceva:
"""La libertà senza ordine e disciplina significa dissoluzione e catastrofe."""

Saluti
Antonio

ps. ricordati della canoa... :-)

Il Riccio ha detto...

Voi chi?

Antonio ha detto...

Come "Voi chi"?
Voi che nei vostri Blog scrivete verità del tipo:
"""...Il problema dell’informazione è serissimo, è un cardine della democrazia

Stiamo vivendo tempi difficilissimi per la stampa. La libertà d’espressione vera vive solo in rete oramai, sebbene anche qui pare abbia i mesi contati. C'è già stato il primo sciopero, e siamo gli unici in occidente..."""

"Voi" che vi sentite "imbavagliati"...., privati della "Libertà di espressione" ecc. ecc.
Voi che scioperate...... :-)

ti rendi conto di quello che hai scritto... il solo fatto di averlo scritto, demolisce le tue precedenti verità.. non trovi??

Saluti

ps. non hai risposto al mio precedente commento...

Antonio ha detto...

ops.... dimenticavo....

"Voi" che vi fotografate (autoscatto?) imbavagliati....
ma davvero ti senti imbavagliato? da chi?, da cosa? caspita Andrea, se uno come te che possiede un Blog dove esprime liberamente (credo) tutto quello che pensa, si sente imbavagliato... non oso pensare come si sentano in Cina...

ri-Saluti
Antonio

Il Riccio ha detto...

No, non trovo affatto, neanche un po'
Credo che la libertà di stampa si fondamentale. Tu no?
Non ho la presunzione di scrivere verità Antonio, ma solo le mie opinioni. Ed è mia opinione che in Italia sul tema della libertà di stampa, la situazione sia seriamente peggiorata.
La stampa vive momenti difficilissimi, sin da quando l’editore puro è scomparso fagocitato dall’editore industriale. Se poi vuoi negare che la stampa sia condizionata dalla politica, liberissimo.
Io ho ancora la mia libertà di espressione. Ma la situazione anziché migliorare peggiora.
Io posso ancora mettere una foto imbavagliato nel mio blog. Tutta quì la libertà di espressione? Ti accontenti di poco. Ma il bavaglio si riferisce, se hai letto il post, ad un decreto riguardante i blog che si vuole emanare, non ad una situazione esistente.
Poi, se in tutto il mondo si scrive e si documenta che in Italia la libertà di espressione sta degenerando, dubito che sia perchè i giornalisti stranieri obbediscono agli ordini di Franceschini
Perché poi ti confronti con la Cina? Non è più serio confrontarsi con un paese democratico, piuttosto che con la Cina? Certo, il confronto sarebbe più arduo…
Infine, come scritto chiaramente nel post, vorrei parlare di satira e di 2.0, non di politica.
Saluti a te

Antonio ha detto...

Politica??? chi ha parlato di Politica???
rileggiti i miei interventi....
tutto è partito da un """....se degna verrà pubblicata...""" riferito ad una oggettiva contraddizione di quello che avevi affermato in precedenza nel post; parlavi di Democrazia, libertà di espressione ecc. ...
Caro Andrea, non cambiare le carte in tavola, non sono certo io ad averla messa in Politica..... hai nominato tu Franceschini, o no??

Il Riccio ha detto...

1) Antonio, ripeto: io blogger se mi mandassero produzioni volgari, o fuorilegge, o peggio, banali, non le pubblicherei sul MIO blog. Se qualcuno volesse pubblicarlo sarebbe liberissimo di farlo, ma altrove, non nel mio blog. Questo secondo te è attentare alla libertà di stampa? Mi pare che chi sta facendo confusione non sono certo io.
2) Il fatto che neghi (o si affermi) che ci sia un declino di una libertà costituzonale non è politica?
Suvvia

Antonio ha detto...

Basta Andrea, ci rinuncio...
"""non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire"""

alla prossima...

Condividi qui