venerdì 14 dicembre 2007

Esce il libro!


E’ inutile nasconderlo. E’ con grande gioia che finalmente annuncio l’uscita del nostro libro!
Il marketing semplice per la piccola impresa” è tra i primi libri libri in Italia scritti appositamente per il microimprenditore, in pratica il primo libro di marketing per tutti!
Il marketing esce dalle sordide stanze delle multinazionali e delle grandi imprese e, grazie a suo linguaggio semplice, i suoi esempi chiari, e per le necessità che vorrebbe soddisfare, si avvicina al piccolo imprenditore sotto casa.
Affronta la materia in tutti i suoi aspetti, senza mai parlare di clienti, ma di persone: siamo nel 2008, e il marketing finalmente è cambiato.
Si spazia dai concetti generali di marketing alla sua pianificazione, dalle strategie di segmentazione e posizionamento, necessarie per individuare chi è interessato ai nostri prodotti, e farsi ricordare da loro, all’analisi dei bisogni delle persone.

Dalle nuove filosofie di produzione come la partecipazione del consumatore alla produzione, fino alla rivoluzione della comunicazione, col declino della pubblicità e lo sviluppo dell’ascolto come tecnica creativa.
Scrivendolo sono stato coinvolto in una riflessione molto profonda che mi ha permesso di chiarire a me stesso innanzitutto quali sono le reali motivazioni che spingono una persona ad acquistare un prodotto, un servizio, o una semplice emozione.
L'editore è Comunicazione Italiana di Roma.
Lo presenterò sabato 22 dicembre, nella libreria di Mauro Canu, nella mia città: Oristano.

15 commenti:

http://radicons.ilcannocchiale.it/ ha detto...

Caro Riccio, interessante, finalmente si inizia a ragionare di marketing. Il cliente non esiste. Esistono le persone. Ma questo è un concetto prematuro, perché la persona presuppone l'individuo. Ecco, i clienti e le persone non esistono: esistono solo gli individui, con la loro dignità. Se ripartiamo da qui, il marketing può avere significato.
Infine, una precisazione, sulle fasi evlutive del marketing :
- orientamento alla produzione e al prodotto, non erano marketing
- orientamento alle vendite è ciò che ancora oggi è ritenuto il marketing. E invece è semplicemente quella cosa primordiale incentrata su tutte le forme clessiche di pubblicità, e di marca e di immagine omeogenea dell'azienda.
- orientamento al marketing, non esiste. Esiste invece l'orientamento al MERCATO (interno all'azienda ed esterno ad essa): e qui, finalmente, si entra nella disciplina che risponde al nome di "Strategia". Il marketing diventa STRATEGICO , nel senso di "inerente la strategia" . E a questo punto può avere un senso e non solo essere una rottura di palle del prossimo (individuo). Ciao. RadiconED

Marketing e Formazione ha detto...

Ciao Radicon, grazie di essere intervenuto.
Sono d’accordo che orientamento al marketing e al mercato siano la stessa cosa, la seconda è espressa meglio. Va bene.
Ok, orientamento alla produzione ed al prodotto non sono Marketing. Sono i nonni e i genitori.
Dove proprio non mi ci trovo è sull’individuo e sulla persona.
No. Non vedo proprio più un marketing per gli individui. Ma individui di che cosa? Non vedi che la maggior parte dei nostri consumi vengono fatti in quanto animali sociali? Quando siamo soli consumiamo molto meno che quando siamo in compagnia. Trascorriamo più tempo con gli altri che da soli. E con dignità.
No. Tu dici che è prematuro l’approccio al marketing della persona, secondo me invece è l’approccio anglosassone al marketing dell’individuo ad essere sorpassato. Ma il marketing non è una scienza, ed ognuno può avere le sue opinioni. Non è così? Con stima

http://radicons.ilcannocchiale.it/ ha detto...

Caro Riccio, in sostanza direi che ci siamo: sono quasi certo che la questione è più che altro di ordine linguistico, ciò che tu intendi con "persona" noi lo chiamiamo"individuo". Il punto è anche questo: in Italia il termine persona ha connotati "positivi" mentre individuo generalmente "negativi". Risultato, questo, di evidenti limiti culturali e politici. Comunque la questione si risolve così: l'unica cosa che esiste concretamente sono gli individui-persone, e sia la politica che il marketing dovrebbero finalmente tenerne conto. Niente "masse", niente "gente", "clienti", "target" : solo individui-persone da conoscere, servire, valorizzare, rispettare. E crescere con loro. Per le aziende, ma più in generale per tutto. Comunque il tuo sito e blog sono belli e interessati e fa piacere trovare qualcuno che ragioni anche di marketing senza le gabbie accademiche tradizionali che tanto hanno contribuito a non servire alle piccole e medie aziende e a rompere le palle al consumatore (individuo-persona). Dici bene : anche il marketing non è una scienza, come del resto l'economia. Ma come per ogni scienza e non-scienza conta anche il semplice buon senso e l'estro. E il tuo sito è una bella realtà. A presto. RadiconED

Marketing e Formazione ha detto...

Caro ED, il tuo commento mi fa grande piacere, non prenderla come una formalità. Questo perchè aiuta realmente a chiamare le cose con il loro nome, quindi a non fare confusione. Di questi tempi è una gran cosa. Vediamo di continuare a ragionare... a presto

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea,finalmente ho fatto un giretto per il blog,pur non essendo un'addetta ai lavori,ho trovato delle cose interessanti e non così tecniche da risultarmi incomprensibili!
Congratulazioni per l'uscita del libro, dove lo trovo..??!penso di regalarlo per Natale!!!
Scusa ..vado di fretta!!! .......Ma perchè a Natale abbiamo sempre fretta???
Ci sentiamo presto
Marti

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea,finalmente ho fatto un giretto per il blog,pur non essendo un'addetta ai lavori,ho trovato delle cose interessanti e non così tecniche da risultarmi incomprensibili!
Congratulazioni per l'uscita del libro, dove lo trovo..??!penso di regalarlo per Natale!!!
Scusa ..vado di fretta!!! .......Ma perchè a Natale abbiamo sempre fretta???
Ci sentiamo presto
Marti

Marketing e Formazione ha detto...

Ciao Marti, che piacere! Per ora solo ad Oristano, in particolare da Canu. Subito dopo intutte le librerie d'italia che distribuiscono i prodotti di Comunicazione italiana. www.comunicazioneitaliana.it
A presto, fammi sapere se ti piace il libro!

Mirko Ninja ha detto...

Grande Il Riccio! Sono felice che il libro sia uscito... solo una cosa.. chi cavolo ha deciso di non chiamarlo "Marketing Semplice?"!!!!!?!?!?!?!?!

Marketing e Formazione ha detto...

Ciao Mirko...... purtroppo andave inserito nella collana del "fare", quindi "Fare marketing" era una scelta obbligata.
Rimane il sottotitolo, porteremo pazienza.

Grande il vostro libro, ma ne ho letto poche pagine. Nelle vacanze me lo prosciugo.
Un abbraccio

Laura ha detto...

Grande questo riccio, eh!!!
COMPLIMENTI!!! E in bocca al lupo per tutto!
Mi è dispiaciuto non esserci stata alla presentazione...
Ad ogni modo leggerò il tuo libro! E ovviamente ti dirò cosa ne penso!

Laura ha detto...

Grande questo riccio, eh!!!
COMPLIMENTI!!! E in bocca al lupo per tutto!
Mi è dispiaciuto non esserci stata alla presentazione...
Ad ogni modo leggerò il tuo libro! E ovviamente ti dirò cosa ne penso!

Melair ha detto...

sono arrivato alla metà del tuo libro e mi sono chiesto, è tutto talmente chiaro che nessuno più frequenterà i tuoi corsi ...cosa c'è sotto?
Scherzo ovviamente.
Appena termino sarò più "professionale", per i momento
auguri per il grande debutto nazionale.
ciao

Marketing e Formazione ha detto...

... cosa c'è sotto? forse avrei dovuto scrivere le cose e sul più bello...
il seguito alla prossima puntata...
chissà che non funzioni!
grazie Melair il tuo commento fa certo piacere. Volevo descrivere pochi concetti ma che fossero CHIARI e non banali. Sulla hiarezza già in molti mi hanno fatto sapere che ci siamo riusciti. Vediamo il resto. E poi vedremo anche i corsi..........
grazie per gli auguri,ricambio sincero.

Anonimo ha detto...

domani andrò a comprare il libro, sarebbe bello inventarsi microimprenditore, che paura però...e se il progetto nn fosse così originale?e se Oristano (con i suoi individui e la loro dignità) come al solito nn fosse d'aiuto al raggiungimento dell'obbiettivo?

Marketing e Formazione ha detto...

Non contare sull'aiuto di nessuno: ricaveresti solo delusioni! Pensa alla tua idea, pensa a cosa serve, a chi può servire, quando può servirgli, con chi la compra, con chi la consuma. Sii severo con te stesso. Prova. Correggi. Riprova. Sbaglia e ricorreggi. Investi il meno possibile. Noleggia anzichè comprare. Dimentica il posto fisso.
E buona fortuna

Condividi qui